HEADER
BOX HOME CC
sei in: News > Sicurezza
Normazione e istruzione
26 luglio 2017
BANNER SUB NOTIZIA
"Estratto dal Dossier pubblicato su U&C n. 7 - Luglio/Agosto 2017"
Da sempre il rapporto tra il mondo dell’università e della ricerca con la normazione è ritenuto di grande utilità per assicurare il corretto bilanciamento dei contenuti delle norme, nella dialettica consensuale che coinvolge la domanda e l’offerta nella filiera della progettazione, produzione, commercializzazione di prodotti e servizi. Sono numerosi i contributi che il mondo accademico fornisce all’elaborazione normativa affinché lo stato dell’arte risulti il giusto equilibrio tra l’innovazione della ricerca e la pratica del mercato.
Ma il mondo accademico e della scuola può anche costituire un fondamentale veicolo della diffusione dei valori e dei contenuti della normazione volontaria, affinché le giovani generazioni
possano acquisire il necessario bagaglio di conoscenze per affrontare i temi scientifici, tecnici, economici, giuridici ed umanistici che incontreranno nel proprio percorso professionale, ed ai quali le norme tecniche, consensuali e pattizie, forniscono strumenti e soluzioni applicative di innegabile e riconosciuta valenza.
LA PRESENZA DELLE UNIVERSITA' ITALIANE IN UNI

Da sempre il mondo accademico fornisce il roprio fondamentale supporto alla definizione dei contenuti delle norme UNI, attraverso la artecipazione diretta di docenti e ricercatori che trasferiscono volontariamente la propria conoscenza, frutto di studi e processi di innovazione, all’interno dei testi normativi, condividendola con l’esperienza e la pratica dei rappresentanti dell’industria e dei professionisti.
Si annoverano tra i soci UNI, nell’articolazione dei loro diversi dipartimenti, i Politecnici di Bari,
Milano e Torino, e le Università di Bergamo, Bologna, Brescia, Cagliari, Camerino, Catania, Ferrara, Firenze, Milano, Modena, Napoli, Padova, Palermo, Parma, Perugia, Pisa, Reggio Calabria, Roma, Salerno, Torino, Trento, Trieste e Udine, che esprimo oltre 120 esperti partecipanti a circa 250 Organi Tecnici.
I temi di maggiore interesse sono principalmente collegati al settore delle costruzioni, quali l’acustica ed il rumore negli edifici, l’agroalimentare, l’energia, l’ambiente, le costruzioni ed i materiali stradali, l’ergonomia, la qualità, l’ingegneria strutturale (acciaio, legno, vetro) e sismica, la sostenibilità in edilizia e la qualificazione del processo delle costruzioni, il disegno tecnico e la metrologia.
Diversi esperti provenienti dal mondo accademico svolgono anche il ruolo di rappresentante
esperto nazionale sui tavoli della normazione di CEN e ISO, alcuni dei quali con funzioni di Presidente/ Coordinatore.
Si tratta però di una collaborazione legata a relazioni puntuali, che non gode di iniziative di
coordinamento nazionale, per esempio attraverso una diretta attenzione del MIUR o della CRU.
Il Dossier affronta quindi principalmente il tema della EaS - Education about Standardization, così come la definisce la Commissione Europea nei suoi programmi di sviluppo della normazione volontaria a supporto dello spazio economicosociale dell’Unione, illustrando esempi concreti di inserimento della cultura della normazione nella didattica delle scuole superiori e delle università. In questo ambito è molto interessante la prospettiva che lo strumento di alternanza scuola lavoro possa essere abbinato a programmi di istruzioni e di sperimentazione sulle norme, da parte degli studenti di licei ed istituti tecnici.
A fianco dell’attenzione della formazione “formale”, lo sviluppo professionale e della competenza passa anche dalla formazione “non-formale”, che richiede una necessaria qualificazione al fine di garantire servizi efficaci ai professionisti ed ai lavoratori. Quindi, oltre a diffondere la cultura della normazione attraverso l’istruzione, è sempre più necessario che il mondo dell’istruzione, delle sue diverse forme pubbliche e private, acquisisca una cultura di qualità, applicando al proprio interno gli strumenti messi a disposizione dalla normazione, non ultimo le norme e le prassi di riferimento sulle attività professionali e sui profili aziendali che dovrebbero costituire la base dei contenuti didattici.
Nelle pagine che seguono si troveranno quindi interessanti testimonianze concrete di “istruzione sulla normazione”, di “normazione dell’istruzione” e di “istruzione nella normazione”. Auspichiamo che servano da stimolo per future collaborazioni tra UNI e le scuole/università, in vista dell’anno accademico 2017-2018.
Fonte: UNI
Per Approfondire:
- www.uni.com
- "Normazione e istruzione - Dossier tratto da U&C n. 7 - Luglio/Agosto 2017"
BANNER SUB NOTIZIA
Argomenti Correlati
BOX HOME DX
BANNER SUB NOTIZIA BANNER SUB NOTIZIA

• Pubblicato in Gazzetta ufficiale italiana il DECRETO 28 giugno 2018 - Proroga dei termini per l'accesso al fondo Kyoto per l'efficientamento energetico degli edifici scolastici. (18A04732) (GU Serie Generale n.164 del 17-07-2018)
• Pubblicato in Gazzetta ufficiale italiana il DECRETO-LEGGE 12 luglio 2018, n. 86 - Disposizioni urgenti in materia di riordino delle attribuzioni dei Ministeri dei beni e delle attivita' culturali e del turismo, delle politiche agricole alimentari e forestali e dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, nonche' in materia di famiglia e disabilita'. (18G00113) (GU Serie Generale n.160 del 12-07-2018) (testo vigente su normattiva - testo multivigente)

BANNER SUB NOTIZIA

• 13 giugno 2018 - entra in vigore il DECRETO 21 marzo 2018, n. 56 - Regolamento per l'attuazione dello schema nazionale volontario per la valutazione e la comunicazione dell'impronta ambientale dei prodotti, denominato «Made Green in Italy», di cui all'articolo 21, comma 1, della legge 28 dicembre 2015, n. 221. (18G00078) (GU Serie Generale n.123 del 29-05-2018) (testo vigente su normattiva - testo multivigente)
• 23 maggio 2018 - Entra in vigore il DECRETO 22 maggio 2018 - Attuazione della direttiva n. 238 dell'8 maggio 2018, recante: «Disposizioni in materia di trasporto per ferrovia di merci pericolose di cui al RID, allegato II della direttiva 2008/68/CE relativa al trasporto interno di merci pericolose, recepita con il decreto legislativo 27 gennaio 2010 n. 35». (18A03937) (GU Serie Generale n.131 del 08-06-2018)

BANNER SUB NOTIZIA
Box pubbli1 home

- Il Centro Formazione UNI è un importante punto di riferimento per tecnici, manager, imprenditori, professionisti e consulenti interessati ad apprendere e a mantenersi aggiornati sulle novità tecnico-normative e legislative che stanno alla base della loro attività.

- Milano, 7 settembre 2018 - La norma UNI EN ISO 19011:2018. Linee guida per gli audit di sistemi di gestione - Novità
- Milano, 10 settembre 2018 - Valutatore immobiliare - corso di formazione funzionale all’ esame di certificazione ai sensi della norma UNI 11558:2014 - Novità
- Milano, 11 settembre 2018 - I circuiti di comando aventi funzioni di sicurezza: applicazione pratica della norma UNI EN ISO 13849-1
- Milano, 12 settembre 2018 - Analisi di bilancio Manageriale per leggere e valutare un'azienda - Corso per non specialisti
- Milano, 12 settembre 2018 - La stima del livello di prestazione (PL) in accordo alla norma UNI EN ISO 13849-1 mediante l'utilizzo del software SISTEMA
- Milano, 13 settembre 2018 - Ottimizzazione dei processi di misura
- Milano, 13 settembre 2018 - Green economy tra norme cogenti e standard ISO - Novità
- Milano, 14 settembre 2018 - Privacy: il Nuovo Regolamento Europeo sulla protezione dei dati
- Milano, 17 settembre 2018 - Organizzazione e pianificazione della manutenzione orientata alle esigenze della smart factory nuovi sviluppi
- Roma, 18 settembre 2018 - Industria 4.0 e innovazione delle imprese: dalle origini fino alle applicazioni dell’Italia digitale 2017-2020 - Novità
- Milano, 18 settembre 2018 - La nuova UNI CEI EN ISO/IEC 17025 cosa cambia per i laboratori di prova? - Novità
-



Tutti i corsi >>>>

FOOTER