HEADER
BOX HOME CC
sei in: News > Sicurezza
Banca dati agenti biologici e ambienti di lavoro
28 febbraio 2018
BANNER SUB NOTIZIA
Gestire il processo di rilevazione della contaminazione microbiologica ambientale, archiviare i risultati derivanti dalle indagini e valutarli allo scopo di prevenire i rischi e per attuare il controllo statistico della qualità del dato analitico. Queste le finalità della Banca dati agenti biologici e agenti di lavoro, il nuovo software Inail sviluppato dalla Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione (Contarp) e dalla Direzione centrale organizzazione digitale (Dcod).
I risultati delle indagini ambientali organizzati per settori e attività produttive. All’interno dell’applicativo, disponibile sul portale dell’Istituto nell’area dei servizi online dedicata al rischio biologico, sono raccolti e organizzati, per settori e attività produttive, le indagini ambientali condotte, i livelli di biocontaminazione riscontrati nelle diverse fasi lavorative e le informazioni sul comparto produttivo, utili alla sua caratterizzazione. Nel software è prevista, inoltre, la valutazione dei risultati delle indagini, per il controllo statistico automatico della qualità del dato analitico, ed è presente una sezione in cui è possibile archiviare documenti, immagini e video relativi ai monitoraggi condotti.
Una rete per migliorare la conoscenza. La Banca dati è destinata a strutture pubbliche ed enti interessati ad archiviare i dati e le informazioni derivanti dalle proprie indagini ambientali, per creare una rete che consenta di migliorare la conoscenza, a scopo preventivo, del rischio biologico occupazionale. L'applicativo fornisce, inoltre, uno strumento valido ai fini dell’autocontrollo microbiologico aziendale, nell’ambito dei processi interni di prevenzione e dell’archiviazione dei dati acquisiti attraverso di esso.
La registrazione al portale requisito preliminare. Per utilizzare il software, se non si dispone delle credenziali Spid (Sistema pubblico di identità digitale), Inps o Carta nazionale dei servizi, è necessario registrarsi al portale Inail come utente con credenziali dispositive, inviando successivamente la richiesta di accesso alla Banca dati attraverso la posta elettronica certificata della struttura di appartenenza.
Previsti due profili di accesso. Nella richiesta deve essere indicato anche il profilo con cui si intende accedere all’applicativo: chiunque sia interessato alla consultazione dell’archivio, con la possibilità di visionare solo una sintesi dei dati, può registrarsi come “visualizzatore”, mentre il personale tecnico che effettua indagini ambientali e intende utilizzare il software per archiviare i propri dati, oltre a visualizzare i monitoraggi eseguiti da altri tecnici, può chiedere l’accesso con il profilo di “utilizzatore”.
Fonte: Inail
Per Approfondire:
- www.inail.it
- Dal sito dell'Inail Banca dati agenti biologici e ambienti di lavoro - Applicativo realizzato per gestire il processo di rilevazione della contaminazione microbiologica negli ambienti di lavoro.
- Dal sito dell'Inail Valutazione del rischio - Il datore di lavoro è tenuto a valutare il rischio per la salute dei lavoratori derivante dall'esposizione, anche potenziale, agli agenti biologici deliberatamente o occasionalmente presenti nell'ambiente di lavoro.

BANNER SUB NOTIZIA
Argomenti Correlati
BOX HOME DX
BANNER SUB NOTIZIA BANNER SUB NOTIZIA

• Pubblicato in Gazzetta ufficiale italiana il DECRETO 28 giugno 2018 - Proroga dei termini per l'accesso al fondo Kyoto per l'efficientamento energetico degli edifici scolastici. (18A04732) (GU Serie Generale n.164 del 17-07-2018)
• Pubblicato in Gazzetta ufficiale italiana il DECRETO-LEGGE 12 luglio 2018, n. 86 - Disposizioni urgenti in materia di riordino delle attribuzioni dei Ministeri dei beni e delle attivita' culturali e del turismo, delle politiche agricole alimentari e forestali e dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, nonche' in materia di famiglia e disabilita'. (18G00113) (GU Serie Generale n.160 del 12-07-2018) (testo vigente su normattiva - testo multivigente)

BANNER SUB NOTIZIA

• 13 giugno 2018 - entra in vigore il DECRETO 21 marzo 2018, n. 56 - Regolamento per l'attuazione dello schema nazionale volontario per la valutazione e la comunicazione dell'impronta ambientale dei prodotti, denominato «Made Green in Italy», di cui all'articolo 21, comma 1, della legge 28 dicembre 2015, n. 221. (18G00078) (GU Serie Generale n.123 del 29-05-2018) (testo vigente su normattiva - testo multivigente)
• 23 maggio 2018 - Entra in vigore il DECRETO 22 maggio 2018 - Attuazione della direttiva n. 238 dell'8 maggio 2018, recante: «Disposizioni in materia di trasporto per ferrovia di merci pericolose di cui al RID, allegato II della direttiva 2008/68/CE relativa al trasporto interno di merci pericolose, recepita con il decreto legislativo 27 gennaio 2010 n. 35». (18A03937) (GU Serie Generale n.131 del 08-06-2018)

BANNER SUB NOTIZIA
Box pubbli1 home

- Il Centro Formazione UNI è un importante punto di riferimento per tecnici, manager, imprenditori, professionisti e consulenti interessati ad apprendere e a mantenersi aggiornati sulle novità tecnico-normative e legislative che stanno alla base della loro attività.

- Milano, 14 dicembre 2018 - La norma UNI EN ISO 19011:2018. Linee guida per gli audit di sistemi di gestione Novità
- Milano, 20 dicembre 2018 - UNI EN ISO 14021, UNI EN ISO 14024 e UNI EN ISO 14025. Strumenti di conformità del Green Public Procurement Novità

Tutti i corsi >>>>

FOOTER