HEADER
BOX HOME CC
TEMI > SISTRI
Il SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) nasce nel 2009 su iniziativa del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare nel più ampio quadro di innovazione e modernizzazione della Pubblica Amministrazione per permettere l'informatizzazione dell'intera filiera dei rifiuti speciali a livello nazionale e dei rifiuti urbani per la Regione Campania.
La gestione del SISTRI è stata affidata al Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente.
Nell’ottica di controllare in modo più puntuale la movimentazione dei rifiuti speciali lungo tutta la filiera, viene pienamente ricondotto nel SISTRI il trasporto intermodale e posta particolare enfasi alla fase finale di smaltimento dei rifiuti, con l’utilizzo di sistemi elettronici in grado di dare visibilità al flusso in entrata ed in uscita degli autoveicoli nelle discariche.
Da un sistema cartaceo - imperniato sui tre documenti costituiti dal Formulario di identificazione dei rifiuti, Registro di carico e scarico, Modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) - si intende passare a soluzioni tecnologiche avanzate in grado, da un lato, di semplificare le procedure e gli adempimenti con una riduzione dei costi sostenuti dalle imprese e, dall’altro, di gestire in modo innovativo e più efficiente, e in tempo reale, un processo complesso e variegato che comprende tutta la filiera dei rifiuti, con garanzie di maggiore trasparenza e conoscenza.
L’iniziativa si inserisce così anche nell’ambito dell’azione di politica economica che da tempo lo Stato e le Regioni stanno portando avanti nel campo della semplificazione normativa, dell’efficientamento della Pubblica Amministrazione e della riduzione degli oneri amministrativi gravanti sulle imprese.
Legge 27 dicembre 2006, n. 296 (art.1, comma 1116) Stabilisce la realizzazione di un sistema integrato per il controllo e la tracciabilità dei rifiuti, in funzione ed in rapporto:
- alla sicurezza nazionale;
- alla prevenzione e repressione dei gravi fenomeni di criminalità organizzata in ambito di smaltimento illecito dei rifiuti.
I soggetti tenuti ad aderire al SISTRI sono individuati dall'articolo 188-ter (Sistema di controllo della tracciabilita' dei rifiuti (SISTRI) del DECRETO LEGISLATIVO 3 aprile 2006, n. 152

Il D.L. 14 dicembre 2018, n. 135 ha disposto (con l'art. 6, comma 1) che "Dal 1° gennaio 2019 e' soppresso il sistema di controllo della tracciabilita' dei rifiuti (SISTRI) di cui all'articolo 188-ter del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 ...... ".






Link utili

- sito istituzionale www.sistri.it

BANNER HOME SX
Argomenti Correlati
BOX HOME DX
BANNER SUB NOTIZIA BANNER SUB NOTIZIA

DECRETO 25 gennaio 2019 - Modifiche ed integrazioni all'allegato del decreto 16 maggio 1987, n. 246 concernente norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione

BANNER SUB NOTIZIA

• 15 dicembre 2018 - Entra in vigore il DECRETO-LEGGE 14 dicembre 2018, n. 135 - Disposizioni urgenti in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la pubblica amministrazione. (18G00163) (GU Serie Generale n.290 del 14-12-2018)
(DAL 1° GENNAIO 2019 IL SISTRI E' SOPPRESSO - News sicurambiente.it)

BANNER SUB NOTIZIA
Box pubbli1 home

- Il Centro Formazione UNI è un importante punto di riferimento per tecnici, manager, imprenditori, professionisti e consulenti interessati ad apprendere e a mantenersi aggiornati sulle novità tecnico-normative e legislative che stanno alla base della loro attività.

- Milano, 25 marzo 2019 - Manutenzione e industry 4.0 verso una manutenzione predittiva per la fabbrica intelligente
- Milano, 26 marzo 2019 - UNI EN ISO 14001:2015 Il nuovo approccio ai sistemi di gestione ambientale
- Milano, 28 marzo 2019 - La progettazione e la scrittura di documenti tecnico-scientifici. Come organizzare le informazioni e usare i dati di progettazione del prodotto per la divulgazione multicanale Novità
- Milano, 29 marzo 2019 - Industria 4.0 e innovazione delle imprese: dalle origini fino alle applicazioni dell’Italia digitale 2017-2020 Novità
- Milano, 1 aprile 2019 - Scrivere per farsi capire. Le comunicazioni interne ed esterne Novità
- Milano, 2 aprile 2019 - Regole di sicurezza per la costruzione e l’installazione degli ascensori secondo le norme UNI EN 81-20:2014 e UNI EN 81-50:2014
- Milano, 2 aprile 2019 - La gestione del rischio secondo la nuova Edizione della norma UNI ISO 31000:2018 Come affrontare il rischio in un’organizzazione Novità
- Milano, 3 aprile 2019 - La norma UNI EN ISO 19011:2018. Linee guida per gli audit di sistemi di gestione
- Milano, dal 3 al 4 aprile 2019 - La valutazione dei rischi, il fascicolo tecnico e le norme armonizzate: come progettare una macchina “sicura” secondo la Direttiva Macchine 2006/42/CE
- Roma, 4 aprile 2019 - La norma UNI ISO 45001:2018. Sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro Novità
- Milano, 5 aprile 2019 - Valutazione degli immobili a garanzia dei crediti deteriorati (NPL) Novità
- Milano, 8 aprile 2019 - Guida alla Gestione Progetti Project Management. La norma UNI ISO 21500:2013
- Milano, dal 9 al 10 aprile 2019 - Auditor/Responsabili Gruppo di Audit di sistemi di gestione (Mod. 1- durata 16 h). Corso qualificato CEPAS n. 122 di registrazione
- Milano, 9 aprile 2019 - Gestione Progetti Project Management. Processi e applicazioni secondo le Norme UNI ISO 21500:2013 e UNI 11648:2016
- Milano, 10 aprile 2019 - Emissione da sorgente fissa Assicurazione della qualità dei sistemi di misurazione secondo le norme UNI EN 14181:2015
- Milano, 11 aprile 2019 - Emissioni da sorgente fissa: UNI EN 14181:2015 I metodi di riferimento per le emissioni Descrizioni e valutazioni operative

I corsi UNI 1° semestre 2019 >>

FOOTER